SINTESI SUD CONTINUA LA SUA COLLABORAZIONE CON L’UNIVERSITA’ DI FOGGIA

SVILUPPO CAMPANIA, BANDO DA 120 MILIONI APERTO ANCHE AD AZIENDE ORAFE

Scade il 31 dicembre il termine per presentare domanda di finanziamento agevolato per la misura “Intervento Straordinario per la competitività”

Le micro, piccole e medie imprese campane hanno tempo fino al 31 dicembre per fare domanda di finanziamento agevolato nell’ambito dei 120 milioni di euro stanziati dalla Misura “Intervento straordinario per la competitività”, disciplinata dall’Avviso pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania. Saranno erogati finanziamenti riservati alle PMI operanti nel settore industriale, commerciale, turistico e della valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e naturalistico (Fondi del PO FESR Campania 2007/2013, Obiettivo Operativo 2.4): tra le aziende ammesse a partecipare, anche quelle del settore orafo.

In particolare possono presentare domanda aziende che svolgano attività di fabbricazione di gioielleria, bigiotteria e articoli connessi, nonché lavorazione di pietre preziose (incluse la coniazione di monete, gioielleria ed oreficeria in metalli preziosi o rivestiti di metalli preziosi, cinturini metallici per orologi) ma anche di commercio, all’ingrosso e al dettaglio, di orologi e di gioielleria e di riparazione di orologi e di gioielli.

A breve saranno fornite ulteriori indicazioni su registrazione e modulistica per permettere l’accesso alle agevolazioni secondo i tempi previsti di seguito. A poter fare richiesta di finanziamento agevolato (al tasso dello 0% – con accesso mediante procedura valutativa a sportello – rimborsabili in 40 rate trimestrali posticipate costanti) le micro, piccole e medie imprese, incluse le società consortili, attive da almeno due anni all’atto della presentazione della domanda, con almeno una sede operativa in Campania, requisito che deve essere posseduto dall’impresa al momento della stipula del contratto di finanziamento.

Possono accedere alle agevolazioni le imprese che esercitano un’attività economica, identificata come prevalente, nell’unità locale che realizza il programma di investimento, purché rientrante nei settori della classificazione ATECO 2007 di cui all’Allegato del bando (Industria e Servizi, Turismo e Commercio Altri Operatori): l’elenco completo è disponibile sul sito di Sviluppo Campania.

La Misura “Intervento straordinario per la competitività” mira a favorire la crescita competitiva delle PMI operanti nei settori industriale, commerciale, turistico e della valorizzazione del patrimonio artistico, culturale e naturalistico, supportandone lo sviluppo, il rafforzamento patrimoniale e la capacità di generare innovazione e la realizzazione di nuovi investimenti, ampliamento, ammodernamento e ristrutturazione delle strutture turistico-alberghiere, nonché gli interventi volti al superamento delle barriere architettoniche, al rinnovo ed aggiornamento tecnologico, al miglioramento dell’impatto ambientale.

Le lmi dovranno presentare, a pena di esclusione, la domanda in formato elettronico, accedendo alla piattaforma informatica messa a disposizione da Sviluppo Campania e raggiungibile attraverso i seguenti siti internet: www.sviluppocampania.it e www.porfesr.regione.campania.it. Su queste piattaforme sono disponibili anche dettagli sulle somme richiedibili e sulle fasi di accesso.

 

GIORNATA CULTURALE ANTLO – 10 OTTOBRE 2015